fbpx
  • Chiama ora
  • +39 0521 986049

Segui le nostre

NEWS

Trattare le vene varicose con una tecnologia che le elimina senza tagli o cicatrici, e con un decorso post-intervento che permette al paziente di riprendere in breve tempo la vita normale. E, nel contempo, mettere i chirurghi vascolari in grado di intervenire con un’elevata precisione. È quanto propone l’azienda francese Theraclion con una tecnologia che si basa su un’esperienza clinica di oltre 10 anni in altre indicazioni, con circa 50 pubblicazioni scientifiche sottoposte a peer-review. Di cosa si tratta? Dell’ecoterapia con SONOVEIN, che si avvale di ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU), immagini ecografiche dettagliate ad alta definizione ed elaborazione avanzata dei dati. A differenza della chirurgia convenzionale, dell’ablazione laser o a radiofrequenza, la terapia a ultrasuoni è una procedura completamente non invasiva che non lascia cicatrici, di solito richiede una sola seduta e il paziente può riprendere le attività quotidiane subito dopo.

Alla fine dell’anno appena trascorso è arrivata in Italia direttamente dal Wong Wah Hospital di Hong Kong una delle 5 macchine oggi esistenti al mondo che promettono di rivoluzionare il trattamento della malattia venosa cronica per la quale ogni anno si eseguono 5 milioni d’interventi.
Si tratta di Sonovein® il primo trattamento robotizzato HIFU (High Intensity Focussed Ultrasound), cioè a ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, messo a punto da Theraclion, azienda cinese specializzatasi nella produzione di robot chirurgici ad alta precisione.

Ippocrate S.r.l.

Chirurgia vascolare-flebologia, chirurgia generale, chirurgia plastica ed estetica, medicina estetica e la dermatologia, fisiatria e riabilitazione, dieta e benessere.