Il chirurgo vascolare cura le donne che soffrono di infezione batterica della pelle attaccando le loro radici vascolari, così come le loro radici ormonali e metaboliche. Paolo Casoni consiglia anche di camminare mezz'ora al giorno a stomaco vuoto come metodo preventivo per la cellulite.

Pur trattandosi di una malattia più estetica che "sanitaria", la cellulite, che colpisce soprattutto le donne, deriva da "più cause contemporaneamente", spiega il dott. Paolo Casoni, che sottolinea la necessità, quindi, di mettere a punto un buon trattamento per prendersene cura.

In questo senso, l'esperto di flebologia che visita il Ceram Hospital, a Marbella, spiega che "non è solo un problema di dieta dovuto a un'alimentazione sbagliata, con molti grassi e zuccheri" ma che deriva da tre cause: una è vascolare, “dal microcircolo”, un'altra è metabolica e “per questo motivo il cibo è importante”, e la terza è ormonale. Riguardo a quest'ultima, sottolinea che "ci sono due momenti importanti nella vita di una donna: prima della gravidanza e quando arriva la menopausa".

Per quanto riguarda la prima causa, la "microcircolazione", indica che è "importante perché la circolazione nelle vene muove le scorie cellulari, che sono i rifiuti delle cellule" e "più vanno veloci, migliore è il drenaggio di quella gamba”. Per questo, aggiunge Casoni, "la circolazione venosa è una chiave fondamentale per la cura della cellulite" piuttosto che eliminare i grassi, cosa che "ci preoccupa" quando in realtà "sono le scorie delle cellule che rimangono nel tessuto quelle che produrre nuovi grassi”. Il chirurgo vascolare conclude che "è molto importante curare le vene".

La circolazione sanguigna può essere curata con il trattamento "che ho brevettato", che è una scleroterapia "molto lieve", con una schiuma sclerosante "che comprende un sistema tampone con bicarbonati". Si tratta, precisa Casoni, di “piccole punture di spillo nelle vene” con le quali “migliorerà molto il drenaggio venoso”. La microcircolazione può essere migliorata anche senza cure mediche, "camminando per mezz'ora al giorno a stomaco vuoto" perché "questo brucerà tra i 3 e i 5 grammi di grasso puro al giorno" oltre ad "attivare le pompe periferiche dei muscoli. "

Quanto alla seconda causa della cellulite, il metabolismo, “l'importante ora è quando si mangia”, contrariamente ad altre teorie passate sulle diete, sottolinea Casoni. "Bisogna cercare di mangiare di più al mattino e più il pomeriggio avanzato, mangiare di meno e non mangiare dopo le 20:00 o le 21:00", soprattutto in termini di carboidrati "perché se lo facciamo, il grasso che abbiamo bruciato durante la mattina, lo produrremo durante la notte e non servirà a nulla”.

E sulla terza causa, gli ormoni, a seconda dell'età "si può sviluppare un trattamento o un'altra mesoterapia" che si esegue con una scleroterapia funzionale o TIF, in modo che la circolazione sanguigna "sia più forte", e la lipolisi che aiuta a bruciare il grasso del gambe".