• Chiama ora
  • +39 0521 986049

Segui le nostre

NEWS

Il Dott. Paolo Casoni, vicepresidente dell’Associazione Flebologica Italiana: “Per una guarigione più rapida dopo l’intervento è ora disponibile, anche nel nostro Paese, un cerotto testato con uno studio scientifico italiano che conferma l’efficacia della nuova tecnica di rilascio di sostanze naturali”

Roma, 15 aprile 2019 – Fastidioso inestetismo ma anche “spia” che può nascondere problemi di salute seri. Sono le vene varicose, una patologia che interessa oltre il 40% delle donne italiane, in particolare dopo i 50 anni. Ma non è solo un problema femminile, in Italia ne soffre anche un uomo su quattro.

Una nuova tecnica indolore e senza ricovero

Sono le vene varicose dell'estremità viscerale, un problema molto frequente che colpisce la popolazione, oltre che un disturbo fastidioso. Parliamo delle emorroidi con il prof. Paolo Casoni del Centro Ippocrate, che porta a Parma un'importante novità in termini di trattamento, "una tecnica non chirurgica - spiega - effettuata con schiuma sclerosante, la stessa che usiamo per curare le vene varicose."

E' stata messa a punto a Parma una nuova tecnica chirurgica per il trattamento delle varici agli arti inferiori.

Il trattamento chirurgico classico prevede, nei casi di insufficienza della vena grande safena, lo stripping con crossectomia (che consiste nel taglio all'inguine) per abolire il reflusso che dalla vena femorale va in safena durante la stazione eretta e provoca vene varicose.
Il chirurgo Paolo Casoni, direttore del Centro flebo-linfologico dell'hospital Piccole Figlie ha cercato un'altra strada: rimuovere la vena safena senza intervenire con il taglio all’inguine.

Ippocrate S.r.l.

Chirurgia vascolare-flebologia, chirurgia generale, chirurgia plastica ed estetica, medicina estetica e la dermatologia, fisiatria e riabilitazione, dieta e benessere.

Iscriviti alla newsletter

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso del sito stesso.