Le vene sono sempre state considerate poco importanti nel “corpo umano”, tanto da essere considerate solo come impaccio estetico o poco più.
Invece rappresentano IL PRINCIPALE sistema di drenaggio delle tossine prodotte dalle cellule di ogni organo ed apparato. Il corretto funzionamento del sistema VENOSO è elemento imprescindibile per una buona salute.

Conservare un sistema venoso e non distruggerlo con chirurgia demolitiva, o con altre metodiche che vanno a sopprimere assi venosi importanti (vene safene) risulta essere non curativo ma foriero di scompensi vascolari e recidive nel tempo che superano il 50% dei casi.
Non più demolizione quindi, ma ricerca sistematica dell’idoneo sistema per garantire la salvaguardia nel rispetto di un drenaggio venoso, non solo mantenuto ma migliorato.

A proposito sta emergendo nel mondo con forza l’utilizzo degli ultrasuoni attraverso una particolare terapia, la HIFU (High Focused Ultrasound) o più comunemente ECOTERAPIA, dove senza incisioni, senza iniezione di farmaci, e quindi senza demolire strutture nobili, si può intervenire in modo assolutamente non invasivo nel trattare zone di reflusso venoso, in modo mirato ed “emodinamico” ovvero solo agendo sui punti di reflusso.
La Ecoterapia, attraverso un sofisticato apparecchio chiamato SONOVEIN® consentirà una procedura totalmente ambulatoriale, senza degenza od anestesia, con ritorno alla vita di sempre la stessa giornata.

Ippocrate Vein Clinic avrà la prima apparecchiatura in Italia, attiva dal prossimo settembre 2021 e collaborerà con i centri a Milano, Brescia, Salerno, Marbella in Spagna ed in futuro a Roma ed in Sicilia per il reclutamento dei pazienti idonei alla procedura che si farà a Parma presso il Centro Ippocrate Vein Clinic a partire da settembre 2021.

A tutt’oggi sono 4 i SonoVein® nel mondo, dove l’Unione Europea spicca con Londra, Vienna, Madrid e Praga, mentre insieme a Parma nel prossimo futuro con Tokio e Singapore, si vedranno collocate altre tre apparecchiature.